Elezioni politiche, al voto il 4 marzo

Mattarella ha contestualmente firmato i decreti che determinano l'assegnazione del numero dei seggi spettanti per le elezioni per la Camera e per il Senato

Palazzo Chigi

Palazzo Chigi

l Presidente della Repubblica ha firmato i decreti deliberati dal Consiglio dei ministri riunito dopo lo scioglimento delle Camere

Il Consiglio dei ministri ha fissato la data delle prossime elezioni politiche nazionali il 4 marzo 2018, con successiva prima convocazione dei due rami del Parlamento il 23 marzo.

Il Cdm si è riunito nella seduta del 28 dicembre dopo la firma del decreto di scioglimento delle Camere da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che successivamente alle deliberazioni del Consiglio ha ricevuto al Quirinale il presidente del Cdm Paolo Gentiloni e il ministro dell'Interno Marco Minniti per firmare i relativi decreti di convocazione dei comizi elettorali per le elezioni del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati per il 4 marzo 2018, e di determinazione della data della prima riunione delle nuove Camere.

Mattarella ha contestualmente firmato i decreti che determinano l'assegnazione del numero dei  seggi spettanti per le elezioni per la Camera e per il Senato, in applicazione del decreto legislativo 12 dicembre 2017, n. 189 ("Determinazione dei collegi elettorali della Camera dei  Deputati e del Senato della Repubblica, in attuazione dell'articolo 3  della legge 3 novembre 2017, n. 165").

Ultime Notizie